Savills Larry Smith, completato il progetto “RelampGreen” del centro commerciale Le Isole, saranno ben 167 le tonnellate di CO2/anno di emissioni in meno.

Milano - 8 Giugno 2018

Sono 2.600 le lampade tradizionali che sono state completamente sostituite con altrettante a tecnologia LED presso la Galleria ed il parcheggio interrato del Centro Commerciale Le Isole di Gravellona Toce, gestito e ri- commercializzato da Savills Larry Smith e di proprietà di NovaCoop e Savills Investment Management.

Il dipartimento tecnico di Savills Larry Smith, in stretta cooperazione con lo staff di gestione, ha agito in qualità di Project Manager, adottando una procedura ben definita e codificata di rilievo preliminare, selezione dei partecipanti, tendering, mock-up, redazione dei contratti ed esecuzione dei controlli in campo durante ogni singola attività del processo.

Quanto sopra ha permesso non solo di rispettare i livelli qualitativi attesi dai committenti, ma anche di completare il progetto nei tempi previsti e nel rispetto dei costi preventivati.

Tra i numerosi vantaggi post-intervento sono da citare:

  • 167 tonnellate di CO2/anno di emissioni in meno;

  • circa 410.000 kWh in meno di consumi energetici annui;

  • risparmi annuali sull’illuminazione per i tenant (energetici e manutentivi) di circa il 60%;

  • miglioramento dello stato illuminotecnico interno che ha conferito una maggior gradevolezza nella fruizione degli spazi e, con riferimento ai parcheggi, un miglioramento del comfort e della sicurezza percepita.

“Lo scopo dei progetti di LED relamping - dichiara Paolo Pacelli, Head of Technical Department di Savills Larry Smith - applicati ai mall ed ai parcheggi interrati, è stato quello di efficientare ed ottimizzare i consumi energeticilegati all’illuminazione, consentendo così ai committenti di cogliere significativi risparmi economici a livello dioneri; obiettivo di primaria importanza e caratterizzante del nostro metodo di gestione. Questo è il sesto centro ad effettuare un progetto di relamping nel corso degli ultimi 3 anni, segno evidente di quanto questo processo di ottimizzazione economica ed ecologica sia sempre più necessario.”

Segui i nostri canali